Spazio San Dalmazio, Pavia

  • Giorgio Costantino, Stefano Girelli, Oikonomou Georgios
    Politecnico di Milano -  Progettazione Tecnologica e Ambientale
    Laboratorio Di Progetto e Costruzione dell’Architettura - A.A. 2017/2018
    B. Croce, S. Catteneo, L. Sdino
  • Spazio San Dalmazio
    Riqualificare l'esistente: tra Passato, Presente e Futuro /
    Re-qualify the existing: between Past, Present and Future
  • Pavia è un comune italiano di 72 636 abitanti, capoluogo della provincia omonima in Lombardia. Le origini antiche e un passato storico di rilievo hanno lasciato in eredità a Pavia un ragguardevole patrimonio artistico. Ci troviamo a pochi minuti dal Duomo e dal centro di Pavia, in una zona per lo più residenziale, le attività commerciali si concentrano principalmente sui vicini assi stradali di Corso Garibaldi e Corso Mazzini, di conseguenza l’area è poco frequentata e quasi sconosciuta o dimenticata. L’intento del progetto è quello di creare un centro culturale e sportivo, Spazio San Dalmazio, che riesca a far coesistere le due realtà in simbiosi. L’area di intervento è caratterizzata dalla presenza di una delle tipiche torri medievali, la Torre di San Dalmazio. Non molto distante si innalza la Torre Belcredi, tanto che provenendo da via Luigi Porta le due torre sembrano specchiarsi una nell’altra, creando così un accattivante invito verso l’area di progetto. ​​​​​​​
  • Analisi del contesto / Context analysis
  • Punti di forza / Strengths
  • Opportunità / Opportunities
  • Il fitto impianto residenziale lascia improvvisamente spazio a un lotto caratterizzato dalla presenza di una chiesa ormai sconsacrata che ora ospita la sede della Ginnastica Pavese, questa separa due cortili, uno più ampio rivolto a nord, l’altro più costretto rivolto a sud, è il lascito di un antico impianto monasteriale. Un’altra qualità dell’area è la presenza di una palazzina, anch’essa in mattoni tipici pavesi, una volta utilizzata come caserma dei vigili del fuoco e oggi dismessa. Subito dietro emerge un fabbricato di epoca più recente che è stato usato per un certo periodo come palazzetto dello sport ma in stato di completo abbandono.
  • L’area è completamente recintata su tutti e 4 i lati, gli unici accessi pedonali e carrabili si trovano lungo Via Luigi Porta, uno per il cortile Nord, l’altro per quello a Sud, un potenziale accesso si trova appena dietro l’angolo di Vicolo San Dalmazio, ma nel corso degli anni è stato integrato con mattoni nel muro di cinta.
  • Punti di debolezza / Weaknesses
  • Vincoli / Threats
  • Stato di fatto
    Interventi puntuali di restauro, consolidamento e sostituzione
  • L’idea di intervenire sull’esistente, smontando e demolendo la struttura della vecchia palestra ci permetterebbe di rivedere il sistema dell’accessibilità interna all’area, ricollegando i due cortili, inoltre, l’inserimento di un nuovo volume ci concede l’opportunità di destinare più spazio e maggior comfort alla Ginnastica Pavese che ora è costretta ad adattarsi agli spazi della ex chiesa.
  • Progetto / Project
  • Per quanto riguarda il progetto della nuova palestra per la Ginnastica Pavese è stata analizzata la struttura metallica reticolare che regge la fatiscente copertura in amianto e i locali in muratura che ospitavano bagni e spogliatoi e che ora sono in un pessimo stato di conservazione. Sono spazi privi di luce naturale (e pure artificiale) perché, per ragioni di sicurezza, le uniche finestre che affacciano su Vicolo San Dalmazio sono state murate nel corso degli anni. La struttura del vecchio palazzetto è in buono stato di conservazione, gli elementi metallici si sono mantenuti nel tempo e non presentano grossi problemi di corrosione; non si può dire altrettanto della struttura in laterizio del muro a est che ha subito un’evidente azione di degrado da parte di in infiltrazioni di umidità localizzate. Per questo si è deciso, anche rispetto alle anticipazioni sopra riportate, di smontare la struttura dell’ex palazzetto dello sport e possibilmente rivendere il metallo ricavato. 

  • Concept
  • Funzioni  / Functions
  • Vista assonometrica / Axonometric view
  • Per quanto riguarda la struttura in mattoni pieni dei locali che affacciano a sud su Vicolo San Dalmazio, si è deciso di intervenire puntualmente sulle porzioni maggiormente degradate ripulendo lo spazio dalle divisioni interne, ne deriva un unico volume per la palestra di pesistica, lasciando come margine a sud e a est il muro originale dell’ex convento, a nord, invece, incontra direttamente gli spazi di allenamento della Ginnastica Pavese a cui si affaccia con una vetrata. La struttura della palestra di pesistica, come dell’ex caserma dei vigili del fuoco, non presenta evidenti problemi strutturali e il buono stato di conservazione dei laterizi ci consente di mantenere invariato il prospetto esterno, salvaguardando così l’originale struttura. Ciò ci consente, mediante l’inserimento di una trave di bordo in calcestruzzo armato correttamente impermeabilizzata per non ammalorare i laterizi, di sopraelevare gli ambienti della pesistica e poterli quindi collegare con il piano rialzato della hall di ingresso (ex caserma) a una quota di 5,90 m. Il tradizionale solaio in legno con travetti e assito richiama la composizione di quelli della palestra di ginnastica dove si svolgono le attività di arti marziali. Per non sollecitare troppo tale struttura abbiamo deciso di lasciare a piano terra tutte le attrezzature di pesistica e portare al piano superiore le altre dotazioni come ad esempio tapis roulant e cyclette.
  • Dettagli  / Details
  • Si è optato per utilizzare una struttura in legno lamellare per la possibilità di coprire grandi luci e realizzare sezioni di dimensione molto grande con un materiale del tutto naturale, di facile lavorazione e messa in opera, molto resistente alle sollecitazioni da sisma, esteticamente gradevole e a basso impatto ambientale per restare in linea con la politica della nuova amministrazione cittadina. Inoltre coperture in legno lamellare ventilate hanno un ruolo importante nella realizzazione di un eccellente chiusura coibentata, avendo la capacità di isolamento naturale, limitando le dispersioni invernali ed il surriscaldamento estivo.
  • Prospetto - Sezione /  Front view - Section 1:20
  • Prospetto - Sezione / Front view - Section 1:20
  • Viste / Views
  • Vista esterna / External view
  • Vista interna / Internal view
  • Merchandising
  • Il sito web/ The website
  • Thanks for visiting!